Regione Marche

Altre Notizie

23 Aprile 2013

XXV Aprile ieri, oggi e domani
Comunicato

Dentro la storia. In maniera realistica, dinamica, coinvolgente e istruttiva. Non solo per ricordare il passato ma per trasmettere alle generazioni più giovani strumenti utili per comprendere i valori fondanti – e talora sfuggenti – della società, quelli che hanno ispirato la resistenza, la liberazione e dato un futuro all’allora giovane Repubblica Italiana. E’ un XXV Aprile più che mai ricco di eventi e significati quello che l’Amministrazione si accinge a celebrare. Grazie all’inserimento nel progetto Radikart (www.radikart.it) è infatti possibile vivere la giornata da più angolazioni e con più protagonisti. Dalla deposizione delle corone d’alloro in memoria dei caduti e la cerimonia ufficiale al Salone degli Stemmi (ore 10.30) con l’intervento delle autorità, la partecipazione degli studenti dell’Itis Meucci e del trio Gioele Zampa (violino), Federico Paolinelli (pianoforte), Christian Riganelli (fisarmonica) che propongono un mix di musica e letture, alla rievocazione storica che immergerà il centro in una scenografia tutta particolare. Si rinnova infatti la collaborazione già sperimentata lo scorso anno, con l’associazione storico rievocativa The Green Liners e i Fantasmi su ferri vecchi grazie ai quali verrà ricreata nel centro storico l’ambientazione tipica della seconda guerra mondiale con mezzi militari, checkpoint, trincee e quant’altro: un habitat nel quale verranno proposte due rappresentazioni, simulazioni di battaglia con spari rigorosamente a salve che si svolgeranno dalle ore 13 (vita quotidiana di guerra) e alle 16,30 (liberazione della città). A Porta Marina, si potranno al contempo ammirare i veicoli militari d’epoca, mentre l’Auditorium San Francesco ospita una mostra a tema con plastici, foto e oggetti da collezionismo. Flash storici che invitano alla riflessione che si accompagnano all’attualità, cercando di innescare un circuito virtuoso con l’apertura dei Musei e il coinvolgimento delle attività ristorative. Ma non finisce qui. Perché c’è un altro fiore all’occhiello con la rappresentazione in piazza della Repubblica alle ore 18 di “Orazione civile per la resistenza: La rossa primavera”, il reading firmato dallo scrittore nonché autore, regista e interprete di teatro narrativo civile Daniele Biacchessi con la Gang.

GIOVEDI’ 25 APRILE 2013

 Ore 10,00 – Sfilata mezzi militari d’epoca da Piazzale  Vito Pardo a Piazza della Repubblica a cura delle Associazioni: C.J.M.A.E., The Green Liners, Fantasmi su ferri vecchi
Ore 10,30 – Salone degli Stemmi:  Inizio celebrazioni ufficiali
Saluto del Sindaco Mirco Soprani e del Presidente dell’ANPI Elisa Bacchiocchi
Spettacolo “Musica e lettura” trio Gioele Zampa (violino), Federico Paolinelli  (pianoforte), Christian Riganelli (fisarmonica) con la partecipazione degli studenti dell’Itis Meucci
Ore 11,30 – Deposizione di corone d’alloro nell’atrio del Comune ed esibizione del Complesso Filarmonico “Città di Castelfidardo”
Ore 11,40 – Deposizione corona d’allora presso il cippo dei F.lli Brancondi
Centro storico – Rievocazione storica  a cura dell’Associazione “The Green Liners”
Ore 12,00 –  1944 “Una normale” giornata di guerra
Ore 16,30 – 1944 Liberazione della città, gli alleati attaccano il comando tedesco
Ore 18,00 – Piazza della Repubblica “Orazione civile per la resistenza: La rossa primavera”  Reading di Daniele Biacchessi con la Gang e Michele Fusiello (sax)

Palazzo Mandolini –  Mostra plastici e modellini seconda guerra mondiale a cura dell’Associazione  storico modellistica di Civitanova Marche
Auditorium San Francesco –  Mostra fotografica “Perchè ricordare” – La tragedia vissuta  dai popoli d’Europa dal 1933 al 1945 a cura dell’ANPI di Mulazzano (Lodi)

Album fotografico su: http://www.comune.castelfidardo.an.it/FID/files/25aprile2013/

Lucia Flaùto
adminComune

Città di Castelfidardo

torna all'inizio del contenuto