Regione Marche

Altre Notizie

16 Novembre 2007

Truffe agli anziani, tanta gente agli incontri
Comunicato

Un interesse ed una partecipazione crescente hanno caratterizzato il primo ciclo di incontri svoltisi nelle parrocchie di Castelfidardo sul tema “truffe e raggiri ai danni degli anziani (e non solo!)”, iniziativa scaturita dalla collaborazione tra Amministrazione Comunale, Polizia Municipale e Polizia di Stato. La tappa svoltasi presso la Chiesa rionale del Cerretano ha visto l’intervento di un centinaio di persone che hanno seguito con attenzione i consigli degli esperto e portato – in taluni casi – una personale testimonianza. Dopo la premessa sulle finalità di queste “lezioni” e il saluto dell’Amministrazione per voce dell’assessore Bugiolacchi, l’ispettore capo della Polizia di Stato Massimo Pietroselli ha affrontato il tema avvalendosi di eloquenti slides, illustrando le truffe più frequenti. Dal sedicente medico che penetra nelle abitazioni con il pretesto di dover fare una visita per l’aggiornamento della pensione ai finti operai, da quanti avvicinano gli anziani al di fuori degli uffici postali per “controllare” l’autenticità dei soldi appena riscossi alle “interviste” telefoniche mirate ad estorcere più informazioni possibili sulle condizioni economiche e per sapere se la persona contattata è sola in casa. Altro fenomeno tristemente in espansione – ha detto Pietroselli – è la pantomima dell’incidente stradale, fino a ieri diffuso nelle grandi città ma che oggi prende sempre più di mira non solo anziani ma soggetti comunque indifesi e soli al volante. Esempi purtroppo sempre in auge riguardano scippi e borseggi, soprattutto durante i mercati settimanali e/o nei luoghi affollati. L’ispettore ha dato alcuni semplici ma efficaci consigli per evitare il danno o smascherare i truffatori: borse e portafogli non devono mai essere tenuti a vista o lasciati incustoditi; rifugiarsi nel primo esercizio pubblico nel caso in cui sia abbia il sospetto di essere seguiti, non aprire la porta a sedicenti operatori di gas, energia elettrica o acqua (ancorché si presentino in tuta ed esibiscano tesserini evidentemente contraffatti) o funzionari di enti, se non si è stati preavvisati dalle rispettive compagnie. Nel dubbio, vale sempre l’esortazione a contattare le forze dell’ordine o le compagnie interessate.

Gli ultimi due incontri sono in programma venerdì 23 novembre alle ore 16.30 nella parrocchia di S.Antonio alle Fornaci, presso sala parrocchiale di via Donizetti e l’indomani (sabato 24 novembre, ore 17.00) presso il salone parrocchiale delle Crocette.

Lucia Flaùto
adminComune

Città di Castelfidardo

torna all'inizio del contenuto