Regione Marche

Altre Notizie

7 Ottobre 2013

Tassazione locale, Castelfidardo città esemplare

Una città esemplare. Non ce lo diciamo da soli guardandoci allo specchio, ma è il risultato di un’indagine sulla tassazione locale condotta da Confindustria Ancona su 49 Comuni della Provincia di Ancona. L’obiettivo dell’analisi era capire se esistono i presupposti e le condizioni per fare impresa, considerando che Imu e Tares esercitano un peso determinante sull’attrattiva di un territorio e sulle potenzialità di sviluppo delle attività industriali e commerciali. Dalla ricerca è emerso che in tema di rifiuti le aziende pagano di più dei singoli cittadini, pur gestendoli in maniera pressoché autonoma, mentre l’applicazione dell’Imu va ben al di là dell’aliquota base, anzi nella maggioranza dei Comuni-campione, è stata portata a livello massimo con aumenti medi rispetto all’Ici superiori al 60%. Dati che Confindustria ha illustrato non tanto per innescare l’ennesima polemica in materia di tassazione quanto per formulare proposte ed aprire un dialogo con gli Enti locali. Un quadro in cui il capoluogo di regione – Ancona – è molto lontano dall’essere virtuoso, mentre le città-esempio sono risultate Ostra e la nostra Castelfidardo, che hanno mantenuto la tassazione ai limiti minimi. Il presidente di Confindustria Claudio Schiavoni, a tal proposito, ha indirizzato al nostro Comune una missiva rimarcando la “sensibilità nell’interpretare il concetto di territorio come bene comune e la disponibilità collaborativa”. Chi ci segue su queste pagine ed ha un occhio vigile sulle vicende amministrative, sa bene che ne abbiamo sempre fatto un punto di principio, un impegno prioritario che abbiamo assunto con le associazioni di categoria e che manteniamo per sostenere il mondo produttivo. Colpire chi genera lavoro e benessere ed in questo momento è costretto a tirare la cinghia per contrastare una recessione strutturale, non sarebbe certo la scelta ideale per stimolare la ripresa. Sembra banale, ma siamo uno dei pochi Comuni ad applicare questo criterio e a conservare un bilancio virtuoso senza scaricare sulle imprese il peso della crisi. 

Mirco Soprani
adminComune

Città di Castelfidardo

torna all'inizio del contenuto