Regione Marche

Altre Notizie

28 Giugno 2007

Ospedale di rete, un ordine del giorno condiviso

Summit a Castelfidardo tra gli Amministratori dei Comuni della zona sud di Ancona  Un ordine del giorno condiviso, una traccia che ciascun Consiglio Comunale potrà integrare ma che sostanzialmente riassume le idee complessive e lo spirito di un territorio che chiede il riconoscimento che gli spetta: è il risultato della riunione sul tema “caldo” dell’ospedale di rete, svoltasi nel pomeriggio presso il Palazzo Municipale, che ha visto la partecipazione della Giunta locale e del Sindaco Soprani (che ha esteso l’invito ai capigruppo dell’opposizione) e degli assessori Alessandrini e Baldoni dei Comuni di Osimo e Loreto. Il documento è stata subito portato all’approvazione del civico consesso fidardense, convocato in serata. Gli amministratori si sono lasciati con l’impegno di rivedersi in tempi brevissimi, anche per concordare forme contemporanee di raccolta firme e mobilitazione popolare ai fini della realizzazione della struttura sanitaria nell’area di San Sabino come da progetto originario.  Il testo dell’ordine del giorno: “Premesso che la zona sud di Ancona o Bassa Val Musone comprende i comuni di Osimo, Castelfidardo, Offagna, Loreto, Recanati, in parte Camerano, Sirolo Numana con circa 100.000 abitanti;una concentrazione di industrie, aziende artigiane commerciali che sono all’avanguardia nella Provincia e nella Regione fornendo a quest’ultima un notevole gettito;che nel recente  passato (primi anni 90) i Comuni di Osimo e Castelfidardo con grande senso di responsabilità hanno proceduto alla chiusura e riconversione di due ospedali (Castelfidardo e Muzio Gallo) con il progetto di realizzare un Ospedale di Rete che avrebbe portato anche alla chiusura del terzo (SS Benvenuto e Rocco) ed il cui compito sarà, oltre quello di servire il territorio, di rendere meno forte l pressione sull’Ospedale delle Torrette;che per tale Ospedale era stata prevista una cospicua copertura finanziaria;che dopo lunghe vicissitudini legali si è arrivati alla definizione del progetto e di un Project Financing con la società che prevede la realizzazione di questa struttura entro tre anni. Il Consiglio  Comunale  di Castelfidardo,Preso atto delle dichiarazioni del Presidente della Regione Spacca, dell’Assessore Regionale alla Sanità Mezzolani e del Vice Presidente del Consiglio Regionale Favia, con le quali si rimette in discussione la realizzazione dell’Ospedale di Rete  Esprime  la più grande preoccupazione per le ipotesi tendenti a far saltare la realizzazione dell’Ospedale di Rete da realizzare a S.Sabino di Osimo;la più forte delusione per un modo di fare assolutamente non rispettoso dei cittadini e dei Comuni interessati che apprendono solo dai giornali informazioni così importanti;la più forte preoccupazione per non essere stati coinvolti prima e nella redazione del Piano Sanitario;Chiede Al Presidente Spacca un incontro urgente dei Comuni interessati per fare chiarezza sul futuro dell’Ospedale di Rete di Osimo;di mantenere gli impegni presi con i cittadini dei Comuni della Zona sud di Ancona e procedere al la realizzazione dell’Ospedale ImpegnaLa Giunta a mettere in atto di concerto con gli altri Comuni, tutte le iniziative utili per ottenere la realizzazione dell’ospedale di rete.

Lucia Flaùto
adminComune

Città di Castelfidardo

torna all'inizio del contenuto