Regione Marche

Altre Notizie

27 Gennaio 2010

LE LINEE DI BILANCIO

Sarà un bilancio improntato sulla continuità, al servizio della città e della comunità, quello che andremo ad approvare in Consiglio Comunale ad inizio febbraio. Le linee cui ci si è ispirati in fase di redazione tengono ovviamente conto dei “morsi” della crisi che ha attraversato l’intero anno 2009 e le cui conseguenze sono ancora vive. A parità di servizi offerti, rispetteremo l’impegno di non effettuare ritocchi al rialzo su tasse e tariffe: per quanto possa sembrare “logico” e doveroso, si tratta comunque di uno sforzo notevole per l’Ente Comune, dato che i trasferimenti statali continuano a diminuire, talora anche con preavvisi esigui. Il fatto che nell’arco di questo mandato elettorale sia stata aumentata lo scorso anno – anche se in maniera vistosa e a fronte di un cambiamento radicale nella modalità del servizio offerto – la sola Tarsu (tassa sui rifiuti solidi urbani), credo sia una testimonianza di correttezza e sensibilità da parte di questa Amministrazione. Coerentemente, rimarrà alta l’attenzione dei nostri uffici nei confronti dei nuclei familiari in difficoltà: confermato in bilancio il fondo di solidarietà, cui si aggiunge ex novo un apposito capitolo dedicato agli “artigiani”. Complessivamente, la “fetta” di spesa corrente dedicata ai servizi sociali risulterà nello strumento finanziario programmatico la voce più corposa con circa 3 milioni e 700 mila euro previsti nel 2010. Prevenire e sostenere, certo, ma confidiamo anche sul fatto che i timidi segnale di ripresa economica si sviluppino e trovino concretezza dando ossigeno all’occupazione e ai redditi. Sarebbe sbagliato, infatti, limitarsi a “contenere” gli effetti della recessione: nei limiti delle nostre possibilità cerchiamo anche di investire sia per migliorare i servizi e la città che per alimentare il circuito economico. Ovvio, che a meno di due anni dalla scadenza del nostro mandato, si voglia completare e dare concretezza ai progetti avviati: le spese in conto capitale toccano punti cruciali, come la bonifica dell’area ex Nobili ora destinata a parcheggi pubblici, la nuova scuola media, i lavori di adeguamento sismico della scuola elementare “Mazzini”, la riqualificazione di Porta Marina con la realizzazione dell’orto botanico e della scala mobile, il fondo in  sintetico nell’antistadio del campo sportivo. Continua poi l’impegno sulla rete viaria e sulla sicurezza stradale, nelle  strutture ricreative e di aggregazione, nonché sugli elementi caratteristici e storici dell’Unità d’Italia, come il Parco del Monumento, ove proseguiranno le migliorie per arrivare al 150° anniversario con la veste più bella.

Mirco Soprani
adminComune

Città di Castelfidardo

torna all'inizio del contenuto