Regione Marche

Altre Notizie

23 Maggio 2008

Le “Idee per la sostenibilità”degli studenti

“Spes” come “speranza” e come “scuola ecosostenibile e per la solidarietà”: il titolo contiene già il senso e i temi del convegno svoltosi lo scorso 17 maggio per iniziativa dell’Itis Meucci, dell’Amministrazione Comunale e del “servizio ambiente e paesaggio” della Regione. Un appuntamento che ha voluto riassumere il percorso intrapreso e sviluppato degli studenti delle classi I – II – III – IV e VA, I e IIB del liceo scientifico tecnologico e una dell’I.C. Soprani lungo l’intero anno scolastico per rilanciare l’impegno a contribuire all’ideale di un mondo e di un futuro “sostenibile”. Gli interventi dei ragazzi sono stati accompagnati da quelli delle autorità: Eugenio Paoloni (presidente fondazione Ferretti, nelle vesti di moderatore), il dirigente scolastico prof. Giovanni Giri, gli assessori Beniamino Bugiolacchi e Sergio Serenelli, il geometra Matteo Finelli del consorzio Conero Ambiente, l’insegnante curatrice del progetto Miranda Argentati, un rappresentante della Croce Verde e la dott.ssa Paola Leuci della Prinfea che ha avuto parole di elogio per il lavoro svolto che verrà inserito nelle attività di “Eco&Equo” l’ottobre prossimo.  “Pensare globale ma agire locale” è lo slogan mutuato da Legambiente su cui le classi V hanno calibrato le loro proposte, dimostrando con esempi pratici come ciascuno possa incidere sul risparmio energetico (che si traduce in minori emissioni di anidride carbonica nell’atmosfera) e su una qualità della vita maggiormente in sintonia con i ritmi naturali. Un concetto su cui è tornata nello specifico la IIIA, che ha sottolineato l’esigenza di far combaciare ecologia ed economia, intesa nel senso etimologico del termine come gestione del luogo in cui si vive (dal greco oikos e nomos). A questo proposito, sono stati presentati i dati relativi alla raccolta differenziata effettuata nell’Istituto (alluminio, plastica, carta e vetro) dimostrando quanta anidride carbonica si è evitato di immettere: ad esempio, nell’anno 2006/07 il concorso “i ricicloni” ha consentito di risparmiare 12720 kwh pari a 3800 euro. Di grande interesse anche la relazione delle classi prime e seconde, che hanno illustrato il loro impegno nella differenziazione dei rifiuti sia in ambito scolastico che domestico e l’esperienza tratta dalle visite al “Cosmari” di Tolentino. A coronamento della presentazione della IIA, l’astrofila Edy Tonazzini, tutor del piano nazionale I.S.S., si è soffermata sul “cielo come luogo di conoscenza” colpendo l’attenzione del pubblico con una riflessione: l’uomo sta inquinando terra e spazio (si pensi anche all’inquinamento luminoso che ci impedisce di ammirare le costellazioni) ed essendo la terra immersa nell’universo, la responsabilità, così come le conseguenze, incombono su di noi. L’incontro ha inoltre sottolineato la versatilità degli alunni: alcuni di loro hanno infatti suonato, recitato e declamato poesie. Un ultimo piccolo ma significativo particolare: gli inviti al convegno sono stati spediti su carta in filigrana realizzata dagli stessi studenti.

Lucia Flaùto
adminComune

Città di Castelfidardo

torna all'inizio del contenuto