Regione Marche

Altre Notizie

8 Aprile 2011

Frane e smottamenti, la situazione un mese dopo
Comunicato

A distanza di un mese dall’evento alluvionale che ha colpito il territorio, l’ufficio tecnico comunale fa il punto della situazione. Preme dapprima precisare a quanti lo hanno fatto giustamente notare, che in alcuni punti la presenza a tutt’oggi di detriti in strada, non è indice di trascuratezza ma un preciso accorgimento tecnico per evitare guai peggiori. La riapertura delle arterie viarie principali e la messa in sicurezza delle frane insistenti su zone pubbliche e private, sono stati i lavori di primo intervento effettuati – ove possibile – dagli organi tecnici. In taluni casi, si è scelto però di non rimuovere il piede di smottamento della scarpata, come ad esempio in via IV Novembre nell’area Busilacchio, perché tale operazione avrebbe creato nuovi imminenti pericoli per l’incolumità. Come è stato poi confermato in una seconda fase dalla Protezione Civile Regionale incaricata del monitoraggio degli smottamenti più consistenti e dal dott. Umberto Fiumani geologo a cui si è rivolto l’U.T.C., l’iter seguito è stato corretto: misure tampone rischierebbero di aggravare la situazione. Quanto ai danni procurati da privati al patrimonio comunale, è stato chiesto tramite ordinanza della Polizia Locale di ottemperare alla messa in sicurezza nel termine di 30 giorni (ancora in fase di decorrenza): oltre 80 i provvedimenti spediti, invitando i privati – cui il Comune non può sostituirsi – ad ottemperare l’obbligo e consentire la riapertura totale al traffico delle strade. Una ventina, invece, i movimenti franosi che interessano proprietà pubbliche, su cui è stata effettuata la ricognizione e si sta procedendo a individuare modalità, spese e tempistica delle operazioni, che saranno attuati nel più breve tempo possibile mediante interventi pertinenti e definitivi, in modo da garantire stabilità ed evitare pericolo ed il ripetersi degli smottamenti. 

Lucia Flaùto
Comune di Castelfidardo
Frane e smottamenti, la situazione un mese dopo
Eventi della Vita associati

Comune di Castelfidardo

torna all'inizio del contenuto