Regione Marche

Altre Notizie

4 Giugno 2009

Educazione alla legalità, gran finale da Brandoni
Comunicato

Grande kermesse agli stabilimenti “Brandoni s.r.l.”, siti in località Cerretano, ove i ragazzi delle scuole medie e superiori a conclusione dei corsi formativi per il conseguimento dell’agognato “patentino” si sottoporranno alla prova pratica di guida del ciclomotore. Anche quest’anno, enti promotori dell’iniziativa oltre a Luciano Brandoni che farà gli onori di casa mettendo a disposizione sia l’area antistante lo stabilimento che la sala conferenze, sono l’Amministrazione Comunale, la Polizia Locale di Castelfidardo ed il team Ferrari del pilota Leo Isolani con al seguito i migliori istruttori di guida delle due ruote.

Tre gli incontri fissati rispettivamente per venerdì, sabato e domenica p.v. con inizio dalle ore 14.00 e termine alle ore 18.00 circa, nel corso dei quali prima verrà trattato l’aspetto teorico della guida sicura (modalità di tenuta del ciclomotore, manutenzione ordinaria, modalità di frenatura in condizioni di emergenza e di conduzione generale del mezzo nei fondi asfaltati, sterrati, ecc.), per poi lasciare spazio ai “primi passi” a bordo del ciclomotore, previo utilizzo di un idoneo equipaggiamento di protezione individuale composto da caschi con interfono, paragomiti, guanti, ginocchiere, ecc.

La prova pratica si svolgerà all’interno di un percorso appositamente studiato dai tecnici del team ed i ragazzi saranno costantemente sotto contatto radio con gli istruttori per eseguire le manovre secondo la migliore disciplina motociclistica.

L’iniziativa che si colloca nell’ambito dei piani di formazione rivolti alle giovani generazioni costituisce il fiore all’occhiello dell’enorme attività che ogni anno la Polizia fidardense pone in essere a favore degli studenti e che, a tutt’oggi, ha fatto “solcare” i banchi del comando ad oltre 1000 neo centauri chiamati ad avere un primo concreto approccio con le Istituzioni e con la legge in senso stretto.

I risultati sono ormai consolidati se si pensa che nel corso degli anni si è assistito ad una progressiva diminuzione degli incidenti, specie di quelli a carico di minori, si è sviluppato un nuovo approccio tra i giovani e le forze di Polizia caratterizzato non più da contrapposizione ideologica bensì da reciproco rispetto dei diversi ruoli e sono diminuiti i reati denunciati contro i beni pubblici e privati, come il danneggiamento di opere e pertinenze stradali, l’imbrattamento di strade ed edifici.

P.M.
adminComune

Città di Castelfidardo

torna all'inizio del contenuto