Regione Marche

Altre Notizie

9 Settembre 2008

Dove abitano le emozioni…con Crepet e De Lucchi
Comunicato

E’ dedicato alle emozioni il prossimo evento promosso da Coneriana Cult e patrocinato dal gruppo iGuzzini, in programma giovedì 11 settembre alle ore 21.30 presso il Parco delle Rimembranze. Due le discipline che dialogano grazie ad esponenti d’eccezione: l’architetto e designer Michele De Lucchi  e lo psichiatra-sociologo Paolo Crepet. Fulcro della serata, in perfetto stile Coneriana Cult, la presentazione del libro: “Dove abitano le emozioni” (Einaudi) di Mario Botta e Paolo Crepet. Un libro in cui psicologia ed architettura si incontrano, delineando il percorso ideale e reale dei luoghi in cui viviamo: la casa, le scuole, gli uffici, i bar, i luoghi deputati al gioco e allo sport, gli ospedali, i luoghi di culto, il carcere, le strade, i cimiteri. I due ospiti racconteranno la storia di "dodici luoghi di vita": spazi in cui le persone si muovono, lavorano, si divertono e, soprattutto, si emozionano. Perché dai colori, dalla luce e dalla disposizione degli ambienti dipendono gran parte delle nostre emozioni. All’incontro parteciperà anche l’imprenditore Adolfo Guzzini. In caso di maltempo, l’incontro si svolge presso il cinema teatro Astra (info: www.conerianacult.it).

 

Paolo Crepet, insigne psichiatra e sociologo Ha conseguito la Laurea in Sociologia presso l’Università di Urbino e nel 1985 si è specializzato in Psichiatria presso la Clinica Psichiatrica dell’Università di Padova, ricoprendo cariche importanti nel mondo della ricerca ed applicazione delle cure psichiatriche in Italia ed in Europa. Crepet che si è occupato e si occupa a fondo dei problemi giovanili, di disoccupazione e di disagio sociale, ha affiancato, con successo, all’attività professionale di Psichiatra, di Ricercatore e di Docente, quella di Editorialista e Scrittore, collaborando con "Specchio" e “La Stampa”, oltre a produrre una ricca raccolta di saggi, che, dal 1981, vanta più di 15 importanti titoli.

 Michele De LucchiSi laurea in architettura a Firenze e subito dopo fonda il gruppo artistico Cavart, avviando parallelamente la sua attività di designer a Milano, prima al Centrokappa e poi, presso lo studio Sottsass. Apre poi uno studio in proprio a Milano. Inizia inoltre a lavorare come consulente per moltissime aziende italiane e straniere, come Artemide, Poltrona Frau e Olivetti. De Lucchi ha elaborato varie teorie personali sull’evoluzione dell’ambiente di lavoro e ha sviluppato progetti sperimentali per Compaq Computers, Philips, Siemens, Vitra. Ha progettato soprattutto edifici per uffici, realizzati in Giappone, Germania e Italia. Dal 1999 è stato incaricato della riqualificazione delle Centrali elettriche di Enel Produzione. Ma sono da menzionare anche la progettazione di interni per Deutsche Bank, Enel, Poste Italiane, Telecom Italia, Banca Popolare di Lodi e altri Istituti italiani ed esteri. Ha progettato edifici per musei pubblici e privati e curato numerosi allestimenti di mostre d’arte e di design. Nel corso della sua lunga carriera ha ricevuto svariati premi nazionali e internazionali, tra cui il Compasso d’Oro (ottenuto nel 1984 per la lampada Tolomeo realizzata per Artemide).

Lucia Flaùto
adminComune

Città di Castelfidardo

torna all'inizio del contenuto