Regione Marche

Altre Notizie

11 Novembre 2009

Consiglio Comunale del 10 novembre
Comunicato

Quattro interrogazioni, una mozione (accolta), il conferimento della cittadinanza onoraria a Richard Galliano, il nuovo regolamento sulle modalità delle sepolture nel civico cimitero, un paio di variazioni di bilancio e l’integrazione al piano delle opere pubbliche: sono questi i punti discussi e votati nella corposa seduta di Consiglio Comunale di ieri sera. Dopo le comunicazioni del Sindaco relative ai provvedimenti di nomina dei componenti dei comitati consultivi degli asili nido e della mensa, Cingolani ha presentato le proprie interrogazioni.
·        Protocollo d’intesa in tema di sanità tra i Comuni di Osimo e Loreto con la Regione Marche per il potenziamento del SS. Benvenuto Rocco e la trasformazione in day surgery del nosocomio della Santa Casa. Il consigliere del Pdl ha domandato se la protesta di Castelfidardo contro la localizzazione dell’ospedale di rete all’Aspio non sia stata cavalcata per meri scopi elettorali da altri e se c’è intenzione di effettuare un nuovo appello politico a tutela della Val Musone. Ha risposto il Sindaco dicendo di non aver cambiato posizione: il Comune ha fatto tutto il possibile a difesa del territorio e della popolazione e sta valutando l’opportunità di un ricorso in Consiglio di Stato. In prossimità del rinnovo del Consiglio regionale, ha aggiunto Soprani, spetta però soprattutto ai partiti pressare la Regione Marche sull’argomento.
·        Servizio di raccolta differenziata dei rifiuti: è stato richiesto in pratica un punto della situazione per verificare la validità e la corrispondenza del sistema “Porta a Porta” agli obiettivi e al piano industriale. Ha risposto l’assessore Serenelli ricordando i termini dell’accordo sottoscritto con il consorzio ConeroAmbiente, che sta provvedendo a monitorare costantemente l’avanzamento dei lavori. La diffusione del servizio, indispensabile per raggiungere le percentuali stabilite dalle norme vigenti, sta avvenendo nel sostanziale rispetto della tempistica e degli impegni contrattuali; per quanto taluni fisiologici disservizi si siano verificati, la risposta dei cittadini è soddisfacente e sui problemi emersi (come lo smaltimento di pannolini e pannoloni), l’Amministrazione è intervenuta chiedendo di implementare un apposito servizio su domanda.
·        In ordine ai fenomeni di microcriminalità verificatisi in città (vandalismo, detenzione e spaccio di stupefacenti), ha invece risposto l’assessore Russo sottolineando che la presenza di telecamere attive 24 ore su 24 sta permettendo di individuare e/o di ricavare preziosi indizi sugli autori dei misfatti. Tuttavia – ha aggiunto – l’attività della polizia locale non può prescindere dalla collaborazione dei cittadini nella segnalazione dei fatti e non può sostituire l’educazione e la coscienza civica che dovrebbe caratterizzare ogni famiglia.

Non è stata affrontata, invece, la questione posta da Carini in merito all’identità dello sponsor della nuova fontana di Porta Marina a causa dell’assenza per malattia del consigliere stesso.

Sui punti sottoposti al voto, si è registrata invece l’unanimità sull’assegnazione della cittadinanza onoraria all’insigne maestro Richard Galliano, ambasciatore della fisarmonica di Castelfidardo nel mondo: verrà conferita l’11 dicembre al teatro Astra nel corso di una serata dedicata a Gorni Kramer. “Una scelta di qualità, un nome che mette tutti d’accordo”, ha commentato il Sindaco Soprani alludendo ai successi planetari dell’artista francese e ringraziando il Museo della fisarmonica per l’organizzazione di questo evento.
Pareri concordi anche sul regolamento disciplinante le modalità delle sepolture, dei disseppellimenti nel civico cimitero all’articolo che riguarda il decoro delle tombe nei campi di inumazione, mirato – come ha spiegato l’assessore Calimici – ad evitare eccessive personalizzazioni o disomogeneità nell’aspetto delle tombe stesse. Votati a favore dalla sola maggioranza (contrari i membri dell’opposizione presenti in aula, vale a dire Scattolini, Cingolani, Magi e Pompei), i punti relativi alle variazioni di bilancio derivanti dall’inserimento in bilancio dello stanziamento per il cimitero comunale e la nuova scuola media. Il Consiglio si è espresso all’unanimità anche sulla modifica delle commissioni a seguito della costituzione del gruppo P.S.I. e sulla mozione presentata da Cingolani a proposito dell’istituzione degli orti urbani. Il consigliere Pdl ha sollecitato cioè l’individuazione di aree comunali da adibire a tale scopo per destinarne poi l’utilizzo alle fasce redditualmente più deboli con indubbi benefici di carattere economico, sociale e aggregativo. Un’operazione condivisa dall’assemblea, purchè – come richiesto da Magi – venga fatta sottoscrivere una liberatoria da cui risulti l’assenza di qualsivoglia pretesa di proprietà futura dell’area coltivata. L’assessore Calimici ha espresso l’orientamento dell’Amministrazione, che destinerà a tal fine zone a verde privato o a scopo agricolo, attualmente vincolata ad un “affitto” che scade nel 2011. Scaduto tale contratto, si provvederà a formulare un bando pubblico per l’assegnazione.

Il dibattito si è soffermato principalmente sull’illustrazione della modifica ed integrazione al programma triennale e all’elenco annuale delle opere pubbliche (votata dalla maggioranza di Solidarietà Popolare) in cui entra il progetto della nuova scuola media e il completamento dell’ampliamento del cimitero. Come relazionato dall’assessore Calimici, la necessità di decongestionare il centro storico da una popolazione studentesca sempre più consistente ora ospitata nell’ex monastero di San Benedetto e l’esigenza di nuovi spazi amministrativi e didattici da parte dei due Comprensivi, ha spinto l’Amministrazione ad optare per il trasferimento di solo uno dei due Istituti. Nell’area di via Montessori verrà collocata la nuova struttura dimensionata per una capienza di 375 alunni corrispondenti a 15 classi e 5 sezioni secondo una impostazione progettuale aperta, predisposta al futuro ampliamento per accogliere anche l’altro plesso. Rispetto alla previsione originaria, come spiegato dal Sindaco, c’è stato un ridimensionamento ed è stralciata la palestra (per la quale si procederà d’intesa con la Provincia), accogliendo le richieste dell’opposizione e seguendo i venti dell’economia di mercato, che in questo delicato periodo rendono improbo il reperimento degli 8 milioni di euro necessari per fare l’intera opera. Tale progetto ne impegna € 3.700.000, finanziati in parte tramite alienazioni (2.120.000 €), fondi di bilancio (730.000 €) e  mutui (850.000 €). Critici sull’argomento i consiglieri di opposizione, contrari alla scelta di localizzare un solo plesso in una zona che avrebbe dovuto essere destinata esclusivamente all’edilizia scolastica ma in cui sta sorgendo anche una serie di esercizi commerciali. Scattolini (Pdl) si è detto contrario al metodo impiegato dall’Amministrazione per reperire le aree e la copertura economica, definendola una scelta elettorale che non risolve i problemi dei residenti del centro; Cingolani ha fra l’altro puntato l’attenzione sulla autosufficienza energetica del nuovo plesso che non sembra ottimale, mentre Magi (Unione) ha definito negativi i segnali lanciati dall’Amministrazione, che in un momento così critico dovrebbe a suo parere effettuare scelte più oculate, prestando maggiore attenzione ai bisogni delle famiglie e delle aziende.

Lucia Flaùto
adminComune

Città di Castelfidardo

torna all'inizio del contenuto