Regione Marche

Altre Notizie

26 Agosto 2010

Consacrazione della nuova Chiesa delle Crocette
Comunicato

Nel dicembre 2008 l’Arcivescovo Menichelli aveva partecipato alla cerimonia di posa della prima pietra; a distanza di un anno e mezzo, presiederà la celebrazione eucaristica di consacrazione della nuova Chiesa, in programma domenica 29 agosto 2010 a partire dalle ore 17:00. La parrocchia della S.S. Annunziata delle Crocette vive un’altra splendida “giovinezza”, che le consentirà di meglio accogliere e condividere la fede con la numerosa comunità (circa 3500 i residenti del quartiere). Gli imponenti lavori di ristrutturazione sono giunti a completamento: un sogno che si realizza, o meglio, per dirla con le parole di Don Franco Saraceni «una grazia di Dio che si compie, perché per lungo tempo non si intravedeva soluzione ad un problema di spazio che già nel 1962 aveva indotto ad un parziale allargamento: ora, finalmente, si è potuto procedere all’ampliamento, con l’autorizzazione della Sovrintendenza e del Comune, conservando la facciata della Chiesa antica e il perimetro della canonica, sviluppando una rotazione di novanta gradi». In base al progetto esecutivo dell’arch. Nazzareno Petrini, il nuovo sito misura quattro volte più del precedente, il cui “corpo” è stato demolito e ricostruito con i più moderni criteri edilizi; rifatto anche il campanile, dotato di tre campane con sistema di suono meccanico a distesa e a rintocchi, rinnovati completamente gli arredi interni, inserendo fra l’altro un presbiterio più ampio ove si colloca un altare in blocco unico in marmo massiccio a massello. «La particolarità – fa notare il parroco Don Franco – sta nella vivacità dell’illuminazione, che cattura luce indiretta dall’esterno, mentre il lampadario richiama le note di un cielo stellato». Le vetrate, opera dagli artisti Fabio Fontanella e Paolo Cupido, ritraggono episodi della vita di Maria cui la Chiesa è dedicata, mentre alla destra dell’ingresso principale spicca una immagine simbolo del territorio: l’obelisco, la piazza, musicisti che imbracciano la fisarmonica, sullo sfondo del Santuario di Loreto.

La spesa complessiva si aggira su 1.500.000 €, coperta con i finanziamenti dell’8 per mille e grazie alla generosità di sponsor e parrocchiani. L’Amministrazione Comunale ha provveduto alla sistemazione del fondo e del manto stradale della zona antistante, mediante materiali aridi di cava e successiva bitumazione in conglomerato di tipo binder e tappettino. La Giunta ha inoltre deciso di donare un’opera unica d’arte sacra dello scultore castellano di fama internazionale Franco Campanari: un pregevole Cristo liberatore in bronzo fusione a cera persa che verrà posto sopra il fonte battesimale.
L’inaugurazione di domenica sarà scandita da segni particolari, tipici della benedizione di un nuovo luogo di culto:
alle 17.00, il rito della la Santa Messa presieduta da Mons. Menichelli alla presenza di sacerdoti, autorità istituzionali, costruttori e benefattori;
alle 19.00, intrattenimento musicale e condivisione fraterna.

Lucia Flaùto
adminComune

Città di Castelfidardo

torna all'inizio del contenuto