Regione Marche

Altre Notizie

14 Novembre 2007

Antitrust – Operativo numero verde per i consumatori

Da lunedì 12 novembre 2007, l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha attivato uno speciale numero verde gratuito (800166661) per i consumatori che volessero segnalare presunti casi di pratiche commerciali scorrette, pubblicità ingannevole e occulta. A queste segnalazioni, laddove si riscontrassero profili effettivamente rilevanti ai sensi della normativa vigente, faranno seguito specifici approfondimenti istruttori da parte degli uffici del Garante.

Il call center, attivo in fase sperimentale dal lunedì al venerdì dalle ore 10 alle ore 14, dipende dalla Direzione Generale Tutela del Consumatore e sarà in contatto con la Direzione Relazioni Esterne e la Segreteria di Gabinetto dell’Autorità. Il nuovo servizio rientra nelle iniziative adottate dall’Antitrust a seguito dell’entrata in vigore dei due decreti legislativi che ne hanno ampliato competenze e poteri in materia di pubblicità ingannevole e pratiche commerciali scorrette (tra le principali novità, la possibilità di aprire un’istruttoria d’ufficio, il rafforzamento dei poteri ispettivi anche con l’ausilio della Guardia di Finanza e l’aumento delle sanzioni, il cui tetto massimo è passato da 100.000 a 500.000 euro).
L’iniziativa verrà promossa anche attraverso una specifica campagna informativa che andrà a breve in onda sulle reti televisive e un progetto scuola presso le classi della scuola primaria che è partito nei primi giorni di novembre in alcune regioni italiane.

Di seguito vengono ricordati i profili più ricorrenti degli abusi commerciali a danno dei consumatori:
PRESTITI E FINANZIAMENTI – L’Autorità Antitrust ha giudicato ingannevoli numerosi messaggi diretti a promuovere, presso il pubblico dei consumatori, prestiti e finanziamenti.
COMUNICAZIONI – Ancora troppe pubblicità ingannevoli nel settore della telefonia fissa e mobile. Si tratta di un fenomeno particolarmente grave vista l’estrema varietà ed evoluzione delle offerte commerciali che generano disorientamento nel consumatore.
TURISMO, INDUSTRIA E SERVIZI – Dal 2005 ad oggi, l’Autorità è intervenuta diverse volte nel settore del turismo a seguito di segnalazioni da parte di singoli consumatori e associazioni.
ALIMENTARE, PRODOTTI DIMAGRANTI E PSEUDO FARMACI – I messaggi condannati hanno in genere la caratteristica comune di proporre prodotti in grado di produrre effetti dimagranti o tonificanti senza bisogno di seguire delle diete o di svolgere attività fisica.

Per maggiori informazioni consulta il sito web dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato: http://www.agcm.it/

Dr. Francesco-Maria Nocelli
adminComune

Città di Castelfidardo

torna all'inizio del contenuto