Regione Marche

Altre Notizie

13 Aprile 2011

Bio-diversità, uno “spaccato” italiano
Comunicato

«La bio-diversità che questa mostra si prefigge di inculcare nelle nuove generazioni come valore ambientale, ben si coniuga in un percorso che rimarca la storia del nostro Paese»: con queste parole l’assessore provinciale Marcello Mariani ha salutato la vasta platea di studenti presenti all’inaugurazione dell’esposizione itinerante frutto della collaborazione tra il Lab-Ter della Provincia di Ancona e il C.E.A. Selva di Castelfidardo, nell’ambito della rete regionale Infea  e Istituto Nozionale Fauna Selvatica “A.Ghigi” (BO). Ben 300 le tavole a colori disegnate a mano raffiguranti alcuni mammiferi, uccelli ed orchidee d’Italia che rappresentano un fortunato connubio tra espressione artistica e produzione scientifica ed «invitano – ha aggiunto l’assessore all’ambiente – ad ammirarle dal vivo, anziché limitarsi alle immagini che oggi i ragazzi sono abituati a scaricare da internet, così come suggerisco una visita al Museo Paolucci di Offagna, che ha collaborato fornendo alcuni esemplari di animali impagliati». «L’esposizione vuole anche mettere in risalto – ha detto Eugenio Paoloni presidente della Fondazione Ferretti – la necessità di intervenire concretamente nel nostro territorio per garantire un futuro sostenibile alla rara biodiversità della Selva di Castelfidardo “biotopo unico in Europa”. L’assist ci viene dato  dalla legge regionale per la valorizzazione delle aree storiche delle battaglie di Tolentino e Castelfidardo, area in cui insiste totalmente la Selva. Con la costituzione del Parco Storico Ambientale della Battaglia di Castelfidardo si otterrebbe il doppio risultato di valorizzare e tutelare gli aspetti ambientali che storici del nostro territorio e creare nuove opportunità di lavoro».
Ad accogliere e guidare nel percorso didattico le classi dell’Istituto Comprensivo Soprani, della scuola S. Anna, dell’Itis Meucci e del Comprensivo Alighieri di Cupramarittima che ha effettuato il tour nei luoghi dell’Unità d’Italia, anche il Sindaco Mirco Soprani e i “vertici” dell’ass. fidardense di Italia nostra, Daniele Carlini e Lorena Argentato e le guide ambientali e culturali della Fondazione Ferretti.  
La mostra, visitabile ad ingresso gratuito presso l’Auditorium S. Francesco fino al 25 aprile tutti i giorni con orario 17.00-20.00, è dedicata principalmente alle scuole, ma sarà molto apprezzata anche dagli adulti. Per prenotazioni fuori dell’orario stabilito telefonare al n. 071/780156.


Lucia Flaùto
Comune di Castelfidardo
Bio-diversità, uno “spaccato” italiano
Aree Tematiche di riferimento

Comune di Castelfidardo

torna all'inizio del contenuto