Aperture ufficio elettorale da venerdì a domenica

elezi

Italiani al voto domenica 4 marzo per eleggere i nuovi deputati e senatori della Camera e del Senato. Si tratta della prima applicazione della nuova legge elettorale varata dal Parlamento che ha rideterminato anche i collegi.
Su questo sito all`indirizzo http://comune.castelfidardo.an.it/FID/Comune/Elezioni/pol_2018/   uno speciale elezioni con tutte le indicazioni utili e l`aggiornamento live dell`affluenza e del voto espresso in città. 

Quando si vota - Seggi aperti nella sola giornata di domenica 4 dalle 7.00 alle 23.00

Quanti votano - Per la Camera sono 14346 gli aventi diritto al voto (7039 uomini, 7307 donne), mentre per il Senato, per il Senato gli over 25 sono 13215 (6429 uomini, 6786 donne). 

Tessera elettorale e apertura uffici: Per esercitare il diritto di voto, gli elettori dovranno esibire, oltre ad un valido documento di riconoscimento, la tessera elettorale personale a carattere permanente. Chi l`avesse smarrita o esaurito gli spazi, potrà chiederne il duplicato agli uffici comunali, che a tal fine sono aperti venerdì e sabato 2-3 marzo dalle ore 9:00 alle ore 18:00 nonchè la domenica per tutta la durata delle operazioni di voto. 

La novità: il tagliando antifrode - Questa volta le schede elettorali sono munite di un tagliando anti-frode che il presidente del seggio dovrà staccare prima di metterle nell`urna:  Le disposizioni, infatti, prevedono che sia materialmente il presidente a inserire la scheda nell`urna e non più l`elettore. Il tagliando antifrode riporta un codice alfanumerico, come riferiscono le indicazioni per gli operatori ai seggi pubblicate on line sul sito del Viminale. Al momento della consegna delle schede all`elettore, il codice viene annotato dal presidente del seggio sulla lista sezionale in corrispondenza al nominativo del votante. A votazione effettuata, il presidente stacca il tagliando antifrode, che verrà conservato dal seggio in apposite buste e deposita le schede nelle rispettive urne per l`elezione della Camera e del Senato. 

Sezioni elettorali - L’ubicazione è la consueta: sezioni numero 1-3-6 scuola elementare Mazzini (via Oberdan, I edificio); sezioni numero 2-4-5-12 scuola elementare Fornaci (via Rossini); sezioni n. 7-13-14 elementari Mazzini (via Oberdan, 2° edificio); sezioni 8-9-10 elementari Crocette (via Murri 4); sezioni 11-15-16 scuola elementare Cerretano (via Mattei 5).

Per facilitare l’esercizio di voto è a disposizione degli elettori con difficoltà a deambulare dalle 9.00 alle 12.00 il servizio di trasporto comunale chiamando lo 0717829337. 

Come si vota -All’elettore che abbia compiuto 25 anni vengono consegnate due schede, una per la Camera ed una per il Senato i cui modelli sono identici. Le schede recano il nome del candidato nel collegio uninominale e, per il collegio plurinominale, il contrassegno di ciascuna lista o coalizione di liste ad esso collegate. I contrassegni delle liste hanno riportati a fianco i nominativi dei candidati nel collegio plurinominale.

Il voto è espresso tracciando un segno sul rettangolo contenente il contrassegno della lista e i nominativi dei candidati nel collegio plurinominale. Il voto così espresso vale ai fini dell`elezione del candidato nel collegio uninominale ed a favore della lista nel collegio plurinominale. Qualora il segno sia tracciato solo sul nome del candidato nel collegio uninominale, il voto è comunque valido anche per la lista collegata. In presenza di più liste collegate in coalizione, il voto è ripartito tra le liste della coalizione, in proporzione ai voti ottenuti da ciascuna lista in tutte le sezioni del collegio uninominale.
Le modalità di voto sono riportate anche nella parte esterna della scheda elettorale, con apposita esplicitazione che:
•    a) il voto espresso tracciando un segno sul contrassegno della lista vale anche per il candidato uninominale collegato, e viceversa;
•    b) il voto espresso tracciando un segno sul nome del candidato uninominale collegato a più liste in coalizione, viene ripartito tra le liste in proporzione ai loro voti ottenuti nel collegio.
Se l`elettore traccia un segno sul rettangolo contenente il nominativo del candidato del collegio uninominale e un segno sul sottostante rettangolo contenente il contrassegno della lista nonché i nominativi dei candidati nel collegio plurinominale, il voto è comunque valido a favore sia del candidato uninominale sia della lista.
Se l`elettore traccia un segno sul contrassegno e un segno sulla lista di candidati nel collegio plurinominale della lista medesima, il voto è considerato valido a favore sia della lista sia del candidato uninominale.
Se l`elettore traccia un segno, comunque apposto, sul rettangolo contenente il nominativo del candidato uninominale e un segno su un rettangolo contenente il contrassegno di una lista cui il candidato non sia collegato, il voto è nullo, in quanto per l`elezione della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica non è previsto il voto disgiunto.



venerdì 02-03-2018 , Lucia Flaùto