Io e te, si comincia il 6 marzo

ora

Cambia la location, rimangono immutate spirito e finalità, votate alla partecipazione attiva e alla condivisione di un percorso che arricchisce l’anima. L’Istituto Meucci di via Montessori ospita quest’anno gli incontri dei “Genitori a confronto” promossi dall’Istituto Icaro in collaborazione con l’Amministrazione Comunale ed alcuni imprenditori locali che confermano sensibilità alla tematica come Omada e Comelit.

Tre appuntamenti alle ore 21 nelle date 27 febbraio (rinviato al 6 marzo per emergenza neve), 13 marzo e 27 marzo in cui si riflette su questioni educative, psicologiche e sui rapporti fra genitori e figli con un taglio propositivo. “Io e te, quello che potremmo fare” è l’accattivante titolo del miniciclo condotto dagli apprezzati esperti Andrea Lucantoni e Carla Urbinati, un titolo che si ispira alla celebre canzone di Vasco Rossi e mira ad indagare le potenzialità che nascono dal dialogo e dal confronto. “Io e te sono i soggetti, ed i protagonisti di ogni profitto che, quando è registrabile, è sempre il prodotto di una partnership: esploreremo le condizioni per la riuscita di questa partnership, gli eventuali intoppi, arresti e le ri-prese possibili”, spiega il dott. Lucantoni che affida alla locandina del film “L’ora più buia” di Joe Wright il compito di rappresentare gli argomenti trattati: l’importanza delle scelte e degli ideali per orientare il cambiamento della sorte e della storia.

Martedì 6 marzo: Dal desiderio alla certezza;

Martedì 13 marzo: “Mio figlio” o il “mio erede”? Dall’occuparsi all’onorare;

Martedì 27 marzo: Crisi, macerie ma anche lavoro: Ri-costruire la città.



venerdì 23-02-2018 , Lucia Flaùto