La magia di Tr800 trasforma la città

man

Eleganti dame, nobili e benefattori, maniscalchi, contadini e boscaioli con asce, accette e scuri; artigiani della fisarmonica immersi nel loro scrupoloso lavoro, briganti pronti all’assalto, locande con menù tipici dei tempi che furono, birra a caduta, mostre, percorsi a tema, danze popolari e dialoghi a tu per tu con i nostri antenati: tutto è possibile a Castelfidardo nella due giorni di Tracce di 800, la rievocazione storica che il 18 e 19 agosto regala un momento cardine nel palinsesto dell’estate castellana. Una festa che coinvolge l’intera città immergendola in un’atmosfera suggestiva di cui sono parte attiva gli otto quartieri e oltre 500 figuranti in costume, ma anche un’operazione culturale che recupera fedelmente le usanze di fine Ottocento e valorizza origini, identità e senso di comunità. Alla regia dell’evento, l’associazione Tracce di 800 e l’Amministrazione Comunale, i cui allestimenti stravolgeranno in maniera piacevole la quotidianità dell’anno 2017…

Dichiarazione sindaco Roberto Ascani: Tracce di 800 è molto di più di una rievocazione, ci tuffiamo nel passato per rivivere i valori delle nostre tradizioni e poi riviverli nel presente. Ogni anno la manifestazione affronta un tema che ancora oggi rimane attuale, aiuta la comunità a riconoscersi nella propria identità per superare insieme i momenti difficili della nostra epoca.  

IL PALINSESTO - Venerdì 18 è la giornata dedicata al palio dell’acqua con l’apertura ai festeggiamenti popolari “ntra el lume scuro”, non troppo ingessati da rigidi riti che resuscitino banalmente il passato.  Alle 18,00 tutti i figuranti e gli atleti si riuniscono in Piazza della Repubblica per brindare alla buona sorte con “l’AperiPalio” intrattenendo con musica e balli folkloristici. A partire dalle 19.00 saranno aperti i sei punti ristoro, birra cruda a caduta da barili, mentre alle 21,00 è prevista la benedizione dei quartieri e delle squadre degli “Acquaroli”; alle 21,30 il via al Palio dell’acqua tra gli otto quartieri a Porta Marina; seguiranno festeggiamenti, musica e balli popolari. La seconda giornata di sabato 19 agosto è dedicata alla tradizione più verace. Alle 18,00 inizia il viaggio nel tempo, con il centro che diventa un suggestivo borgo ottocentesco, fino alla sfilata del corteo composto da oltre 500 rievocatori in costume d’epoca per rammentare l’evento dell`inaugurazione dell’acquedotto nel 1886. In entrambe le giornate sarà possibile visitare la mostra di antiquariato allestita nell’auditorium San Francesco in collaborazione con “Il Tarlo di Adriano Mancini”. Ci saranno letture, giochi, animazioni, performance teatrali dedicate alle figure della Marchesa Giulia di Barolo, fondatrice della scuola di Sant’Anna e di Ciriaco Mordini, cittadino benemerito. E inoltre, la sfilata del biciclo ottocentesco, le visite guidate alle grotte delle scuole Sant’Anna (venerdì dalle 16,00 alle 19,00; sabato dalle 9,30 alle 12,00), musica d’organetto e balli popolari con gli amici di “Quelli dell’Ara folk”.

SERVIZI -Bus navetta gratuito dalle 17,00-24,00 dal parcheggio di via Montessori e dal parcheggio di via XXV Aprile.

PUNTI RISTORO – da via Gramsci a Le Cascine, sei i punti ristoro allestiti: La Cantina degli Agostiani, Da Maria La Cantiniera, La locanda dei briganti, Giardini Sant’Anna, Ristoro La Figuretta, Spaccio di vino e cucina San Rocchetto.

ORARI E PROGRAMMA

Venerdì 18 agosto

ore 18:00  Aperipalio, con brindisi offerto a tutti i cittadini e presentazione delle squadre in gara.

ore 19:15  Teatrino Pellidò (Porta Marina, Occhio di Horus).

ore 21:00  Benedizione dei Quartieri (Piazza della Repubblica).

ore 21:45  Palio dell’acqua e premiazione della squadra vincitrice (Porta  Marina).

Sabato 19 agosto                                                                                                      

ore 17:00  Allestimenti storici e Artigiani della Fisarmonica (Centro Storico).

ore 18:15 Giulia di Barolo “L’educazione del cuore” (Piazza della Repubblica).

ore 18:45 Biciclo ottocentesco (per le vie del centro).

ore 19:15 Teatrino Pellidò (Piazza della Repubblica)

ore 19:15 Mordini “L’uomo che fu buono” (Giardini Mordini)

ore 21:45 Corteo storico in costume d’epoca per le vie del centro storico.

ore 23:00 Festeggiamenti di chiusura e tombolata ottocentesca.



giovedì 17-08-2017 , Lucia Flaùto