Callido, Castelfidardo recupera un patrimonio storico

Callido

L’organo Callido torna a suonare. Collocato in un vano in muratura, opportunamente consolidato, alla sinistra dell’altare, l’inaugurazione è in programma giovedì alle 21.45 in Auditorium San Francesco con un concerto per voce ed organo che vede protagonisti il soprano Martina Malatini e il maestro Riccardo Serenelli. Castelfidardo recupera finalmente un patrimonio storico e culturale di inestimabile valore dopo il complesso intervento di restauro realizzato tramite un laboratorio specializzata mirato a ripristinare il materiale esistente. Lo strumento di Gaetano Callido è composto da 27 canne di stagno, tastiera a 45 tasti, pedaliera a leggio, 17 pomelli per il registro. Un’opera d’arte prestigiosa – la n. 126 realizzata nel 1777 pagata all’epoca 600 ducati - che i frati minori conventuali avevano ceduto in comodato d’uso gratuito alla città ma che per svariati motivi è stata lasciata per molti anni in stato di abbandono senza poterne apprezzare la “voce”.



mercoledì 19-07-2017 , Lucia Flaùto