Il gran finale del Festival di fisarmonica

foto nisi

Internazionale di nome e di fatto, il Festival di fisarmonica giunge oggi sotto lo striscione del traguardo. Ma la giornata che segna il congedo dall’edizione numero 37 non è meno ricca di contenuti rispetto alle precedenti, celebrando all’Astra e con il party conclusivo in Auditorium, il connubio fra artisti di diciannove nazionalità: culture, storie, background differenti, accomunati dalla passione per lo strumento ad ancia declinato in tutte le sue infinite potenzialità e gamme sonore. Il programma si apre con le audizioni della categoria più prestigiosa del Premio&Concorso, quella per concertisti, terreno di conquista negli ultimi dieci anni per i concorrenti dell’est, ma la scuola italiana oggi affida le sue speranze di tornare in alto ad Angelo Miele che ha superato con un ottimo punteggio la prima prova. Il ritmo del Festival rimane nel contempo alto nelle aree evento: il pacchetto di circa 400 ore complessiva di musica pulsa con il trio Daniele Falasca, il duo Marchetti-Alessandrini e il suggestivo viaggio tra arie francesi, celtiche e turche prodotto dal suggestivo abbinamento tra la chitarra di Stefano Ciotola e la fisarmonica di Cristiano Lui. La formula “tutto gratuito” permette poi di addentrarsi in esperienze inedite che stanno riscuotendo un vasto consenso: le lezioni offerte dalla scuola “P. Soprani” nella sede di via Mordini sono dedicate nel pomeriggio ai corsi per neonati e alla musica per gioco; le lavorazioni dal vivo nel vicino Museo, si concentrano invece sull’accordatura e inceratura dalla “voce”, dimostrando come sia determinante ai fini di un prodotto di qualità la cura del particolare più impercettibile. Destinato invece ad un target più elevato, il masterclass di diatonica a cura del maestro Danilo Di Paolonicola che si svolge nella sala Bio Boccosi. Per un emozione che arriva, un’altra che se ne va. Forte è stata quella vissuta venerdì sera dal romano Riccardo Taddei, che al termine della magnifica performance “tickets”, ha ricevuto a sorpresa la Voce D’Oro, il premio firmato Cagnoni che ogni anno viene attribuito a quanti contribuiscono a diffondere e promuovere nel mondo l’immagine della fisarmonica: Taddei, che ha ringraziato commosso “perché questa è la platea più competente che possa ascoltarti ed il palco che più fa salire la tachicardia”  lo sta facendo con una carriera sontuosa coronata dalla collaborazione con Woody Allen nella pellicola “To Rome with love”. 
AUDIZIONI PREMIO & CONCORSO - Come tradizione, la categoria più prestigiosa chiude la raffica di audizioni e i lavori della giuria: è il giorno del “verdetto” per i concertisti e del confronto per la rassegna juniores e seniores. I vincitori si esibiscono alle 16.30 sul palco del teatro Astra.
AUDITORIUM SAN FRANCESCO - Concerto Daniele Falasca trio (15) con Daniele Falasca, fisarmonica, Amin Zarrinchang, contrabbasso, Daniele Ferretti, chitarra; Natalino Marchetti e Simone Alessandrini (ore 16.30); Cristiano Lui & Stefano Ciotola (ore 18).
CAFÈ ACCORDÈON - Sul palco di piazza della Repubblica, spazio alle improvvisazioni dalle 10 alle 19. 
YOUNG MUSIC CLUB - Lezioni gratuite per ragazzi da 0 a 18 anni presso la Civica Scuola di Musica Paolo Soprani, in via Mordini 16. Alle 15, presentazione del libro “Bimbofisa” e il nuovo metodo illustrato per fisarmonica dedicato ai bambini in età prescolare e scolare (4-10 anni) a cura di Elena Enrico. Dalle 16 alle 19, corsi di pianoforte, fisarmonica, musica per neonati (0-36 mesi) e musica per gioco (4-6 anni).
MASTERCLASS DI FISARMONICA DIATONICA - A cura del maestro Danilo Di Paolonicola, dalle 9.30 alle 13 e dalle 15 alle 19 presso la Sala Bio Boccosi. Stage su trasporto melodico, armonizzazione delle scale, costruzione degli accordi e funzioni armoniche, analisi dei ritmi più utilizzati e dei tempi dispari, analisi della partitura, analisi dei diversi stili musicali, tecniche di improvvisazione, cenni sulla scrittura e l`arrangiamento per piccole e grandi formazioni. Quota di iscrizione: 80 euro (partecipanti), 40 euro (uditori).
MUSEO INTERNAZIONALE DI FISARMONICA - Dimostrazione dal vivo sull’accordatura e inceratura della voce a cura di Marco Tiranti nella caratteristica bottega artigiana dalle 10 alle 12.30. 
MUSIC REALITY SHOW - I residenti si esibiscono (ore 12) e ricevono lezioni di inglese, per poi confluire al party conclusivo che si svolge in Auditorium.
JAM SESSION FOR FIVE - Continuano le performance live nell’area ricavata negli storici locali della Borsini Accordions, dalle 15 alle 20 Federica Amichetti, Francesca Cerolini, Silvia Fiorentino, Silvia Paoletti e Maura Petrini, danno vita a un’originale mostra in continua evoluzione, accompagnate (dalle 17 alle 18) dalle note di noti fisarmonicisti.
ATRIO PALAZZO COMUNALE - Ultima giornata per ammirare le opere dello scultore e pittore fidardense Franco Campanari: una piccola ma significativa galleria denominata “L’Ethos della Bellezza” che accoglie e stupisce il visitatore.



domenica 23-09-2012 , Ufficio Stampa Fif